Progetto #leggereèungiocodivertente

#leggereèungiocodivertente scoprilo con L’Esercito dei Bruttini sull’Isola dei Giganti

Premessa

Il progetto nasce in seguito all’incontro presso la scuola primaria San Luigi di Garbagnate Milanese (MI) con la Dirigente Scolastica Vilma Luraschi che per l’anno scolastico 2019-2020 ha in programma il Festival della Lettura. Ogni classe sceglie un libro da leggere durante il primo quadrimestre e, in occasione del Festival della Lettura che si terrà nel febbraio 2020, l’autore del libro prescelto incontrerà i bambini. Le classi terze elementari hanno scelto L’Esercito dei Bruttini sull’Isola dei Giganti di Anna Celenta .

#leggereèungiocodivertente

In seguito a quanto descritto nella premessa nasce dunque il progetto #leggereèungiocodivertente che è anche l’hashtag scelto dall’autrice per promuovere il romanzo con il quale desidera dimostrare ai bambini che la lettura può diventare un gioco divertente come e anche di più di videogiochi o altri passatempi meno educativi di un buon libro. Grazie a un libro si ride, si riflette, si cresce, si impara, a volte si può anche piangere. Un libro ti dà emozioni, ti porta in mondi straordinari, fantastici e senza barriere, perché nessuno ti impedisce di visitarli o di conoscere personaggi improbabili da incontrare nella realtà di tutti i giorni. Ecco perché “leggere è un gioco divertente”.
Il piacere di una lettura non si inculca, deve essere insegnato come qualcosa di piacevole. Alcuni bambini amano leggere perché magari anche i genitori apprezzano la lettura. Altri bambini sono più restii forse perché nessuno ha insegnato loro che la lettura può essere paragonabile a un gioco e può diventare un gioco divertente. Ecco perché la scuola è un canale importante se non addirittura fondamentale. Sono pochi i bambini che entrano volentieri in una libreria per (farsi) acquistare un buon libro, perché sono pochi, ahimè, gli adulti che lo fanno. È ora di cambiare altrimenti tra qualche anno non ci saranno più lettori adulti.

La proposta per le scuole

La seguente proposta ricalca il progetto avviato con la Scuola primaria San Luigi, ma la sottoscritta valuta alternative in base alle esigenze della Scuola.
Tutti i bambini della classe/classi che scelgono di leggere L’Esercito dei Bruttini sull’Isola dei Giganti possono acquistare il libro attraverso la scuola tramite l’editore con un sconto sul prezzo di copertina. Il contatto con l’editore avverrà tramite l’autrice. L’autrice è disponibile a un primo incontro (da valutare però in base alla distanza) con i bambini per una consegna simbolica del libro, le dediche, la consegna delle cartoline/segnalibro con i personaggi del romanzo e delle pergamene con il solenne Giuramento dell’Esercito dei Bruttini. Questo primo incontro serve a cercare di coinvolgere maggiormente i bambini nella lettura del romanzo.
I bambini leggeranno il libro con le tempistiche dettate degli insegnanti e quando tutti lo avranno letto si valuterà un giorno per incontrare l’autrice con la quale si potranno fare diverse attività. Di seguito ne propongo alcune che possono comunque essere valutate insieme agli insegnanti.

Le attività

Da svolgere durante il secondo incontro in base al tempo a disposizione e agli accordi presi.

  1. Una prima parte con le domande dei bambini, tutte le loro curiosità dopo la lettura del romanzo. Inoltre, se lo ritenete opportuno, lettura di qualche passaggio che a loro è piaciuto particolarmente.
  2. Coinvolgimento del bambino (orale): chiedere qual è il personaggio che gli è piaciuto di più e perché. Chiedere al bambino di leggere un episodio che gli è piaciuto e poi, dopo la lettura, chiedere al bambino di far agire quel personaggio in maniera diversa in quella stessa situazione: Cosa gli avresti fatto fare tu? Per quale motivo?
  3. Coinvolgimento del bambino (scritto): Riscrivi il finale. Ogni bambino scrive il suo finale, poi li leggiamo e insieme li correggiamo. Si potrebbe chiedere ai compagni qual è il nuovo finale più bello e fare una sorta di classifica dei finali alternativi preferiti.
  4. Coinvolgimento del bambino (grafico). In questo caso si può coinvolgere l’illustratrice con la quale si possono fare due tipi di lavoro o entrambi. 1. I bambini disegnano un personaggio o una situazione completamente da soli. 2. L’illustratrice inizia a disegnare un personaggio o una situazione e il bambino deve terminare il disegno a modo suo e poi colorarlo.
  5. Infine, ma non per importanza, chiedere ai bambini perché secondo loro “leggere è un gioco divertente”.